Museo della Civiltà Romana

menu facilité

saut à:
contenu. recherche, section. langues, menu. utilité, menu. principal, menu. chemin, menu. bas page, menu.

Page d'accueil > Didactique pour tous > Vita e costumi degli antichi Romani
01/01 - 31/12/2011

Vita e costumi degli antichi Romani

Typologie: Visite didactique

La visita interessa le sale della sezione tematica, che documentano la civiltà romana nei suoi vari aspetti, da quelli inerenti la vita pubblica a quelli riguardanti più specificamente la vita quotidiana.

Inquadramento storico e topografico
Il Museo della Civiltà Romana è un museo di riproduzioni nato nell’ambito delle mostre, con le quali si volle nel 1911 celebrare il cinquantenario dell’Unità d’Italia, tra cui ebbe particolare importanza la Mostra Archeologica ordinata a Roma nelle sale delle Terme di Diocleziano, sotto la direzione di R. Lanciani. In seguito al successo della Mostra, nel 1926 il Comune di Roma deliberò di istituire il Museo dell’Impero Romano, inaugurato il 21 Aprile 1927. Nacque così la Mostra Augustea della Romanità, aperta il 23 Settembre 1937 nel Palazzo delle Esposizioni in Via Nazionale; alla fine della Mostra si volle creare a Roma un’istituzione stabile di tal genere. Quanto alla sede, si offrì la FIAT di costruirla e, per ordine del Sen. G. Agnelli, un gruppo di architetti realizzò il progetto del Palazzo. I lavori di costruzione del Museo, nel quartiere Eur di Roma, si interruppero con la Seconda Guerra Mondiale e ripresero alla fine di questa: la FIAT pagò il completamento dell’edificio e il 21 Aprile 1955 fu inaugurato il Museo con l’apertura delle cinquantanove sale.

Sintesi della visita
Dopo un’introduzione sulla storia e la specificità del museo, la visita inizia nella Sala dell’Arte, dove sono illustrati gli aspetti più significativi dell’arte figurativa romana, soprattutto attraverso i ritratti ed i rilievi storici. Si passa poi nella sala dedicata al commercio e alla vita economica, con le leggi che la regolavano e i plastici che riproducono mercati, botteghe e magazzini. La visita prosegue nella sala che illustra le attività di caccia e pesca e l’alimentazione in età romana, e in quella dedicata all’agricoltura e alla pastorizia, con ricostruzioni di ville rustiche, attrezzi e strumenti di agrimensura. Si passa quindi nella sala dell’industria e dell’artigianato e si attraversa un lungo corridoio dove sono visibili a distanza ravvicinata i calchi dei rilievi della Colonna Traiana, eretta nel 113 d.C. nel Foro di Traiano per celebrare le vittorie dell'Imperatore sui Daci. I calchi delle sezioni del lunghissimo rilievo continuo furono eseguiti nel 1861 per volere di Napoleone III; una delle tre copie allora realizzate fu donata al Laterano e poi concessa da Papa Pio XII al Museo della Civiltà Romana. Si giunge così nella sala dedicata alla medicina e farmacia, il cui esercizio è testimoniato da calchi di rilievi e iscrizioni di medici e da riproduzioni di strumenti chirurgici. Nella Sala delle lettere e delle scienze è invece documentato lo sviluppo delle conoscenze scientifiche e della vita letteraria nel mondo romano, attraverso i monumenti figurati ed epigrafici. La visita prosegue nella Sala della musica, con ricostruzioni di strumenti musicali e pannelli descrittivi che ben illustrano la tecnica e la vita musicale dei Romani; la sala successiva, dedicata alle biblioteche, ospita plastici in scala di alcune biblioteche romane, ma soprattutto la riproduzione a grandezza naturale di una biblioteca privata, con la sua decorazione architettonica, gli arredi e gli oggetti. Nella Sala del diritto è illustrata l’opera giuridica romana, uno degli aspetti più importanti della civiltà antica: sono qui esposti i calchi di tutti i principali testi legislativi giunti fino a noi, tra cui la legge delle XII Tavole e la Lex de Imperio Vespasiani. Si passa quindi nella Sala della scuola dove, mediante didascalie e riproduzioni di monumenti significativi, è offerta una ricca documentazione dell’ordinamento delle scuole e dei metodi d’insegnamento nella Roma antica. L’ultima sala di questo percorso è dedicata all’abitazione, le cui diverse tipologie sono illustrate da riproduzioni plastiche in scala. Il grande ambiente adiacente a questa sala ospita il plastico di Roma Imperiale, collocato ad un livello più basso per un’agevole visione dall’alto: qui l’itinerario si conclude con un riassunto dei punti salienti della visita.

Informations

Lieu
Museo della Civiltà Romana
Informations

Info e prenotazioni allo 06 06 08
tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00

Réservation obligatoire
Oui
Organisation

Zètema Progetto Cultura

de nouveau au menu facilité.